Nuovo sito ufficiale

Published by in Notizie on novembre 22nd, 2012

 

Da oggi il nuovo sito ufficiale MBA sarà: http://www.mirabasketamatori.it

 

MBA on fire!

 

Continua la striscia positiva dell’MBA, che conquista la terza vittoria di fila, questa volta con una formazione davvero importante, il Mirano Smanazzatori, finalista della scorsa edizione.
Gli ospiti si presentavano senza due giocatori di punta, e complici il campo a favore, il morale alto e la striscia vincente, il concetto era chiaro fin dall’inizio: la vittoria era decisamente a portata e non bisognava farsela sfuggire per nessuna ragione.

Con questa mentalità l’MBA scende in campo e fin da subito mostra di essere competitiva, muovendosi bene in attacco e segnando canestri abbastanza facili, frutto di una intesa che di fatto sta migliorando di settimana in settimana. Anche sul piano difensivo non va male, e la pressione a uomo permette di arginare il buon gioco degli Smanazzatori. Unico neo la difesa nel pitturato, dove Bozza riesce a fare un po’ quello che vuole e mette ben 10 punti nel primo tempo. Per fortuna l’MBA può contare su Fistarollo – ormai ribattezzato uomo del primo quarto – che ne mette 12, e alla fine siamo sul punteggio di 26 a 20.

Nel secondo tempo qualcosa si incrina: qualche passaggio sporco, poco dinamismo in attacco, soluzioni frettolose, e l’MBA subisce un po’ il gioco più collaudato degli ospiti, sempre in partita e decisi a non mollare l’osso. Il risultato è che il Mirano segna quasi il doppio dei punti (20 a 11), e soprattutto sul finale riesce a strappare un parziale decisivo che gli permette di rientrare negli spogliatoi addirittura in vantaggio, 40 a 38.

Il terzo quarto si rivelerà quello decisivo nonché la dimostrazione della maturità raggiunta dalla squadra, conscia ormai dei propri mezzi e in grado di controllare la partita spingendo un po’ di più. Memori della rosa ridotta degli avversari, il Mira corre di più, tiene maglie più strette in difesa e concede molto poco, solamente le veloci incursioni di Perale riescono a creare qualche danno. Ma una buona difesa è la chiave che porta ad un buon attacco: è così che nascono contropiedi invitanti, canestri più facili in transizione e dalla distanza, creando un parziale di ben 10 punti (25 a 15) che da la giusta piega alla partita e permette di studiare un ultimo quarto dedicato alla gestione del vantaggio. Punteggio 63 a 55.

L’ultimo tempo non è il più bello della gara, entrambe le formazioni forzano un po’ troppo: qualche accentramento di troppo da parte dell’MBA, qualche forzatura in terzo tempo da parte del Mirano, contro una difesa pressante da metà campo che intimorisce gli avversari a sufficienza per impedire loro di riprendere il controllo del gioco. A 2 minuti dal termine, con 10 punti di distacco, il ritmo si affievolisce e ci si avvia verso la naturale conclusione del match, per 76 a 67.

Ottima prestazione per il Mira che dimostra come si stia creando la giusta alchimia nella squadra e ci sia un miglioramento costante non solo da parte di tutti i singoli, ma anche nell’organizzazione del gioco. Dopo i primi tempi difficili, l’investimento sta finalmente dando dei frutti, e la vittoria con una formazione (per quanto incompleta) mai battuta prima ne è la riprova. Ora non resta che replicare con i loro cugini, i temibili Black Soul.

Tabellino: Fistarollo 22, Usai 17, Fedalto 14, Radolovich S. 5, Bertolin 5, Ferraresso 5, Bobbo 5, De Benetti 2, Bertocco 1

MBA VS Mirano Smanazzatori | Martedì 20 – Ore 21.00

Published by in Hot, Notizie on novembre 19th, 2012

 

Non c’è due senza tre: l’MBA tenterà di rispettare il detto popolare cercando la terza vittoria consecutiva, in casa contro i temibili Smanazzatori di Mirano. Appuntamento alle 21.

(continua…)

Vittoria sterile

 

L’MBA conquista la sua seconda vittoria consecutiva, questa volta contro i Badoere Lovers, e guadagna dei preziosissimi punti in classifica.

L’inizio del match è quasi NBA style, con i due giocatori di punta delle due squadre che si rispondono colpo su colpo: Fistarollo da una parte (suoi i primi 12 punti) e De Gobbi dall’altra (10 punti di fila), mentre il resto dei giocatori sembravano quasi di supporto. Dopo questa trance agonistica, entrambe le formazioni si riassestano in condizioni più normali e il match prosegue, vedendo però un MBA più aggressivo ed efficace nelle penetrazioni, ma anche nei tiri piazzati. Con il numero 1 dei Lovers in panchina, la squadra di casa prende il largo e il primo tempo termina 31 a 18.

Dopo l’ottimo inizio, nel secondo tempo c’è un po’ di difficoltà a segnare, e il problema tipico del Mira –  le troppe forzature – si ripercuote sul risultato, e complice anche un po’ di sfortuna, i Lovers recuperano punti su punti. La difesa spesso lasciava a desiderare e le penetrazioni avversarie riuscivano inspiegabilmente anche quando l’altezza media in campo era a nostro favore. Il quarto è a favore degli ospiti, molto precisi al tiro dalla media, per 22 a 13, e si torna negli spogliatoi 44 a 40, un vantaggio a dir poco esiguo.

Nella ripresa, tenere il Badoere resta difficoltoso, in quanto da un lato la difesa sul loro centro è sempre stata fallace, dall’altro l’attacco è senza idee e si affida a penetrazioni o tiri; il che andrebbe anche bene dato che la difesa avversaria condecede molti spazi, purtroppo però le realizzazioni vengono a mancare. Qualche errore di troppo insomma, mentre il Badoere inizia  una striscia positiva di canestri, a tratti anche fortunata, che è stato possibile arginare solamente con una difesa a zona aggressiva sul finale, che permette di chiudere 64 a 61 per gli ospiti con un ultimo quarto tutto da giocare.

Nell’ultimo tempo non c’è più spazio per errori o scuse, è tempo di difendere bene (si sceglie il pressing a metà campo) e attaccare meglio, e per fortuna tutti i giocatori in campo rispondono alla chiamata al dovere, dando l’anima per rubare palloni importanti e fermare l’ormai velleitario attacco degli avversari, e ripartire con contropiedi destinati a portare canestri facili. I numeri parlano chiaro, e vengono concessi solamente 4 punti in tutto il tempo, mentre i 18 della formazione di casa permettono di tornare in vantaggio e vincere agevolmente una partita a tratti presa sottogamba. Si conclude 79 a 68.

Una vittoria importante per il morale, ma deve essere di monito la prestazione fatta tutt’altro che esaltante. Bisogna lavorare di più sul piano del gioco e della verve difensiva, altrimenti con altre formazioni più blasonate sarà dura portare a casa il risultato. Contro gli Smanazzatori martedì prossimo, infatti, sarà tutt’altra musica.

Tabellino: Fistarollo 25, Usai 18, Fedalto 16, Ratto 6, Radolovich 4, Ferraresso 4, Bertolin 4, Bertocco 2

MBA vs Lovers Badoere | 13/11 – Ore 21.00

Published by in Hot, Notizie on novembre 12th, 2012

 

Continua la striscia in casa e l’MBA è alla ricerca della seconda vittoria stagionale contro il Badoere. Appuntamento a Gambarare sempre alle 21.00.

(continua…)

L’MBA spezza le ali ai Leoni volanti!

 

Dopo tanta agonia, il Mira conquista la sua prima sudata vittoria contro i Flying Lions Red del Marghera, i quali hanno dato del filo da torcere fino all’ultimo secondo.

Ad una prima analisi, la carta vincente per portare a casa il match era insistere sul piano fisico, dato che l’MBA in teoria poteva vantare maggiore reattività e resistenza. Un gioco veloce quindi, unito ad una difesa pressante, erano la chiave per dominare la gara, ed è proprio con questi intenti che si è iniziata la partita. Peccato che di tutto questo, in campo si sia visto molto poco, con l’incapacità di sfruttare appieno i buchi difensivi avversari e soprattutto una difesa molliccia, che concede la bellezza di 5 triple (15 punti) nel primo quarto. Sorprendente, se si considera che si trattava di una difesa a uomo, che troppo spazio sugli esterni non dovrebbe lasciare (per quanto vada datto atto alla estrema precisione balistica degli avverrsari). Si torna quindi in panchina con un parziale disastroso di 29 a 14 per gli ospiti e una partita sulla carta abbordabile intenzionata a trasformarsi in un incubo.

Quando si faceva sempre più nitido il fantasma del fallimento nella squadra, la capacità di riordinare le idee e mantenere la mente fredda, nella convinzione che bastava un po’ più di grinta per far valere le nostre qualità tecniche e dominare la gara, ha permesso di rientrare in partita piano piano. Questa volta il parzialone lo fanno i padroni di casa, che riescono a penetrare abbastanza facilmente le non troppo strette maglie difensive dei Lions, ma che soprattutto iniziano a difendere decentemente, senza concedere oltre il dovuto. Il Marghera deve arrendersi alla verve del Mira che totalizza un parziale di 31 a 12, peccato solo per un attimo di nervosismo (misto ad autismo) finale che non ha permesso di tornare negli spogliatoi sulla tanto agognata parità. 42 a 37 il punteggio.

Nella ripresa si decide di difendere in maniera più aggressiva, per tentare di spremere fino all’ultimo le energie avversarie. Il pressing da metà campo funziona discretamente, nonostante qualche incertezza iniziale, e si riesce a tenere a freno gli avversari, che faticano un po’ su ogni fronte. Per contro, tuttavia, l’attacco dell’MBA rallenta, non riuscendo a segnare come in precedenza, in particolare faticando nel pitturato, complice la difesa a zona e la presenza fisica maggiore degli avversari. Un tempo di sostanziale stallo (11 a 12) e si rientra sul 48 a 54 per il Marghera.

Nell’ultimo quarto, la partita rimane in salita, perchè bisogna recuperare quei sei punti e i Flying Lions Red non ne vogliono sapere di cedere il passo e lo dimostrano con la grinta che li contraddistingue da sempre. Per l’MBA, la tattica non si cambia, si continua a pressare il più possibile, per quanto qualche fallo sciocco sfugga, e di battere gli avversari in difficoltà, magari conquistando qualche fallo con conseguenti preziosi tiri liberi. Pian piano si riesce a recuperare, arrivando punto a punto, a pochi minuti dalla fine. Un paio di triple miracolose facilitano il percorso e ci si ritrova a pochi secondi sotto di 1 punto. Un contropiede costruito grazie alla difesa asfissiante regala il canestro decisivo, a due secondi dal fischio, che non bastano per ribaltare un esito ormai scolpito sul marmo. Termina 71 a 69 e il Mira vince finalmente la sua prima partita.

Un match non perfetto, che poteva essere giocato meglio, ma si è iniziato finalmente a fare quello che era necessario per diventare competitivi, sia sul fronte offensivo che difensivo. Non resta che perseverare e non mollare la presa.

Tabellino: Fistarollo 20, Usai 17, Bertolin 10, Radolovich S. 7, Bobbo 6, Carraro 5, Ferraresso 4, Simion 2

MBA VS Flying Lion Red | Martedì 06/11 – Ore 21.00

Published by in Hot, Notizie on novembre 5th, 2012

 

L’MBA ospiterà in casa il B-Side del Marghera, in una battaglia senza esclusione di colpi. Appuntamento martedì alle ore 21.

(continua…)

I Bondoli portano l’acqua alta anche a Mira

 

L’MBA viene sconfitta ancora una volta in questa difficilissima stagione, ma nonostante il rammarico per aver perso una partita condotta per tutto il tempo, questa volta si esce a testa alta e con la coscienza di aver prodotto finalmente qualcosa di buono, sia in attacco che in difesa.

Come sempre il Mira si presenta con una formazione malandata e con diverse assenze: ciononostante nessuno ha più voglia di perdere e infatti nel primo quarto si parte con una grinta notevole che soggioga il Venezia. Il parziale di 11 a 4 è stato indice di una difesa (sempre a uomo) che concedeva meno – complice anche la scarsa precisione da fuori degli avversari – ma anche di una fase offensiva più ragionata, con miglior circolazione di palla e qualche blocco efficace. Il risultato? Canestri facili un po’ per tutti e meno stress. Il primo tempo si chiude con un ottimo 19 a 11 per il Mira.

Nel secondo tempo si cerca di proseguire nella stessa direzione, peccato che sul fronte difensivo ogni tanto ci siano delle piccole mancanze: una di queste è stata la scarsa concentrazione in occasione di alcuni cambi dei Bondoli, creando degli spazi aperti su uomini scoperti e conseguenti canestri che riportano il match ad una distanza di soli tre punti. Un rapido timeout rimette le cose in chiaro e si riallungano le distanze, mantenendo un gioco sufficientemente pulito nonostante ci sia talvolta la tendenza a essere frettolosi o forzare troppo. Si torna negli spogliatoi  31 a 27 per l’MBA.

 

Il terzo tempo si può considerare un po’ di stallo: nessuna delle due squadre riesce a prevalere sull’altra. I bondoli spesso riescono con qualche blocco studiato a creare entrate facili, e i cambi di marcatura del Mira in questi casi lasciavano piuttosto a desiderare. Per il resto, la difesa ha tenuto sufficientemente bene, fatta eccezione dei rimbalzi su cui si poteva e doveva fare di più, vista l’altezza media delle due squadre. “Taglia fuori”: questo sconosciuto!
In attacco si iniziava invece a perdere un po’ la concentrazione, con qualche forzatura di troppo, talvolta in cerca di qualche fischio arbitrale. Il quarto finisce 46 a 44 per la formazione di casa.

Nell’ultimo quarto piano piano l’MBA inizia a perdere energie ma anche concentrazione. Il Venezia non molla e trova purtroppo moltissimi falli, spesso regalati, e con il bonus attivo realizza canestri facili, con percentuali dalla lunetta migliori delle nostre. Gli 8 punti concessi ai tiri liberi purtroppo sono destinati a contare.
A quasi 4 minuti dal termine, in una situazione punto a punto, una pallonata mette fuori uso il sistema di gestione del punteggio, e questo blackout tecnico diventerà purtroppo anche un blackout per la squadra, che invece di tirare fuori i denti commette qualche sciocchezza. In difesa, come già evidenziato, si fanno dei falli evitabili, concedendo troppo; in attacco si forza invece di giocare rilassati e in maniera corale, tattica che aveva pagato nella prima metà della gara, e si perdono palle preziose. A 7 secondi dalla fine l’MBA è sotto di tre punti e dopo il timeout tenta il tiro del pareggio, ma il buzzer beater non riesce e nonostante la bella prestazione, è costretta a capitolare sul punteggio di 64 a 61.

Spiace perdere dopo aver condotto il match, ma in realtà nonostante l’esito si tratta di una piccola vittoria, perchè finalmente si è vista una crescita della squadra sotto ogni profilo. L’importante è continuare così, i risultati arriveranno di conseguenza.

Tabellino: Fistarollo 18, Fedalto 12, Bobbo 11, Usai 6, Bertolin 6, Radolovich S. 5, Simion 2, Ferraresso 1

MBA VS Venezia Bondoli | Martedì 30/10 – Ore 21.00

Published by in Hot, Notizie on ottobre 28th, 2012

Altro appuntamento casalingo per l’MBA, che alle ore 21 a Gambarare sarà alla ricerca della prima vittoria stagionale.

(continua…)

Il precariato rimane un grosso problema

 

Continua la striscia negativa per l’MBA, che viene massacrata in casa dal Noale Precari, formazione già dimostratasi ostica nella scorsa stagione.

Purtroppo, contrariamente ad altre occasioni, qui non si salva neppure il primo tempo dato che inizia con un parziale clamoroso per gli ospiti, entrati subito in partita, mentre l’MBA si dimostrava sempre un passo indietro, anche come concentrazione. Ne è esempio come nonostante le indicazioni specifiche dalla panchina, Barbiero punisce con 3 triple di fila, consacrando il predominio dei precari che chiudono il quarto 28 a 11, con un tiro finale da metà campo che sa di beffa.

Cambia la difesa e si passa a uomo, nella vana speranza di concedere meno, ma la realtà è ben diversa, dato che il risultato è che molti uomini sfuggono o si ritrovano liberi, pronti a piazzare tiri sicuri che non mancano di andare a segno, con percentuali davvero ottime. Plauso agli avversari per il ritmo e la precisione, ma molto è stato concesso da una difesa lenta e per niente reattiva, incapace di fermare l’irruenza avversaria. Altro parziale da dimenticare, 26 a 15, che fa rientrare negli spogliatoi sul desolante punteggio di 54 a 25.

Riordinate le idee, si cerca di dare di più sotto il profilo difensivo, e di essere più organizzati sotto quello offensivo. Purtroppo tra la teoria e la pratica passa una bella differenza, e nonostante il parziale questa volta sia positivo (16 a 15), gli sforzi non sono riusciti a produrre sufficienti risultati. Grande caos in attacco, troppe soluzioni soliste o affrettate, il tutto condito da percentuali al tiro come sempre sconfortanti. Sul 69 a 44 ci si avvia scorati all’ultimo tempo.

L’ultimo quarto è accademia, squadre aperte, qualche chance in più di segnare ma si tratta solamente di amministrazione del forte vantaggio, e la partita si chiude senza troppi patemi sul risultato di 91 a 62.

Per quanto vada dato atto dell’ottimo gioco degli avversari, organizzati e precisi, purtroppo nella partita di stasera più che nelle altre, sono venuti fuori tutti i limiti dell’MBA: poche idee in attacco, gioco tutt’altro che corale, scarsa consistenza difensiva e percentuali al tiro mai così basse.
Una squadra tutta da sistemare, ma già dal prossimo allenamento si metteranno in pratica le misure correttive; d’altronde una cosa è certa, migliorare da una situazione così è abbastanza facile.

Tabellino: Fistarollo 18, Usati 15, Bertolin 15, Fedalto 6, Ferraresso 6, Radolovich 2

© MBA – Mira Basket Amatori